Sistemi di storage: come individuare le configurazioni possibili

Un sistema di accumulo si definisce come un insieme di dispositivi atti ad assorbire e rilasciare energia elettrica che genericamente si possono individuare nelle batterie, nel sistema di gestione BMS (battery management system) e nel convertitore, configurabili in diverse modalità.

Nella prassi, le diverse configurazioni che un sistema di accumulo può presentare e la modalità di connessione alla rete vengono individuate come di seguito:

La connessione alla rete

Lato AC – Retrofit

Schema di connessione che mantiene inalterata la configurazione dell’impianto fotovoltaico esistente, per questo viene anche denominata Retrofit.

L’inverter del sistema di storage e l’inverter del fotovoltaico sono due macchine distinte; la potenza dell’accumulo si somma alla potenza del fotovoltaico.

Questo schema viene adottato anche per impianti nuovi, soprattutto se di potenza elevata.

Lato DC

In questa configurazione di impianto, l’inverter che gestisce lo storage e la produzione di energia dal fotovoltaico è una macchina unica; la potenza che viene fornita è al massimo pari a quella dell’unico inverter presente.

Da un punto di vista teorico, l’efficienza di questo schema di connessione è leggermente maggiore di quella per la connessione Lato AC.

Caratteristiche degli inverter

Inverter Ibrido

Nel linguaggio comune si definisce ibrido un inverter che è in grado di convertire sia la potenza sviluppata dall’impianto fotovoltaico che quella disponibile in batteria, anche indipendentemente tra di loro.

Nella maggior parte dei prodotti in commercio esiste un ingresso dedicato per ognuna delle fonti di energia.

Inverter ibridi si possono configurare su connessione Lato AC o DC.

Inverter solo batteria (battery inverter)

Sono quei prodotti destinati esclusivamente alla conversione dell’energia della batteria. Possono essere connessi solo nella configurazione di impianto Lato AC.

Inverter Bidirezionale

Si definiscono bidirezionali, nel contesto degli inverter per l’accumulo, quei dispositivi in grado anche di prelevare energia dalla rete per la ricarica delle batterie.

Questa funzionalità, che potrebbe sembrare non economicamente vantaggiosa, può invece rivelarsi necessaria per assicurare una lunga vita della batteria evitando le scariche profonde (ad esempio nel caso di guasto del fotovoltaico).

Può anche essere utilizzata per assicurare una certa energia immagazzinata e renderla poi disponibile nei momenti di maggior richiesta (peak shaving) o quando è economicamente più conveniente.

Scarica la Nuova Guida Storage 2020

INFORMAZIONI

  • info utili sui sistemi di storage
  • info di mercato
  • novità tecnologiche

PRODOTTI 2020

  • info e novità dai maggiori produttori mondiali

MAPPA STORAGE

  • tabella comparativa tecnica
  • Abbinamenti possibili tra inverter e batterie certificate CEI 021
  • dati tecnici, come ad esempio la capacità di accumulo netta, la potenza in carica e scarica, la garanzia del produttore, il tipo di connessione alla rete

Read more:

Sistemi di storage: come individuare le configurazioni possibili was last modified: Settembre 1st, 2020 by Team VP Solar