Il Mise pubblica il Decreto Requisiti per l’Ecobonus

Il Ministero per lo Sviluppo Economico, Mise, completa i provvedimenti attuativi per l’applicazione del Superbonus 110% con la pubblicazione del c.d. Decreto Requisiti.

Il decreto definisce appunto i requisiti tecnici a cui devono soddisfare gli interventi per l’efficienza energetica, di recupero e restauro e ovviamente gli interventi previsti dal DL Rilancio del 2020.

Il Decreto identifica le tipologie e le caratteristiche degli interventi, ad esempio:

  • la riqualificazione energetica globale;
  • gli interventi sull’involucro edilizio, come le strutture opache, la sostituzione delle finestre, le schermature solari;
  • l’installazione di collettori solari;
  • la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale e per la produzione di acqua calda sanitaria.

Gli interventi identificati, per accedere alle detrazioni, devono rispettare i requisiti tecnici previsti dal Decreto stesso: ad esempio, per le pompe di calore con P ≤ 35kW, il COP/GUEh deve essere almeno pari a 4,1 ed EER 3,8 (ridotto del 5% nel caso di inverter).

Per quanto riguarda i costi, per gli interventi previsti dal DL Rilancio all’articolo 119 comma 1 e 2, quindi sostanzialmente di isolamento termico, sostituzione di generatore di calore e altri interventi di efficienza energetica, ma anche per altri interventi previsti dal Decreto allegato A, il tecnico abilitato allega il computo metrico ed assevera il rispetto dei costi massimi per ogni intervento.

I criteri di costo sono sostanzialmente:

  • i costi per ogni intervento devono risultare inferiori o uguali ai prezzi medi riportati nei prezzari regionali; in alternativa il tecnico può riferirsi ai prezzi delle guide DEI – “Prezzi informativi dell’edilizia”.
  • nel caso i prezziari non riportino gli interventi effettuati, il tecnico ne determina il costo in modo analitico, utilizzando i prezzi dell’Allegato I. Ad esempio  per le caldaie a condensazione di potenza minore di 35kWt la spesa massima è di 200 €/kWt, 1.300 €/kWt per le pompe di calore aria/acqua, ecc…

Qualora i costi sostenuti risultino maggiori di quelli massimi previsti, la detrazione corrispondente si applica al limite di costo fissato e non alla spesa effettuata.

Adempimenti

Vengono anche riportati gli adempimenti a cui i soggetti che intendono avvalersi delle detrazioni devono soddisfare:

  • per gli interventi previsti dal DL Rilancio art.119, depositare in Comune una Relazione tecnica;
  • nei casi previsti per il Super ecobonus, acquisire asseverazione di un tecnico abilitato;
  • effettuare bonifico dal quale risultino, come usuale, il numero e data fattura, la causale, il codice fiscale del beneficiario e la partita IVA dell’impresa che esegue i lavori;
  • trasmettere ad ENEA entro 90 giorni dalla fine dei lavori tutti i dati richiesti dalle schede descrittive predisposte, nonché l’asseverazione nei casi previsti (Ecobonus 110%).

VP Solar, ecobonus e cessione del credito

VP Solar assiste i propri Clienti aggiornandoli con le ultime disposizioni e novità in merito all’Ecobonus, alla cessione del credito e sconto in fattura, anche con l’esperienza di quanto già realizzato in merito nel 2019.

Per valutare quali prodotti proporre per l’Ecobonus, per gli impianti fotovoltaici e di storage, i Clienti possono contare su un servizio professionale, sia commerciale che tecnico, di altissimo livello.

CONTATTACI: +39 0423 632710 – commerciale@vpsolar.com

Il Mise pubblica il Decreto Requisiti per l’Ecobonus was last modified: Settembre 9th, 2020 by Team VP Solar