Settore elettrico italiano: nel 2014 i primi segnali di ripresa con i sistemi di accumulo

Il 2014 sarà l’anno del rilancio del settore elettrico, con i sistemi di accumulo a fare da traino. ANIE Energia, secondo una propria indagine interna su un campione rappresentativo di imprese del settore, prevede infatti per il prossimo anno incrementi di fatturato interno fino al 20% rispetto al 2013, dopo un 2014 ancora a due marce: una prima metà faticosa e una seconda metà nella quale si intravvederanno segnali di ripresa sui sistemi di accumuloinverter fotovoltaici (connessi alla rete e integrati con sistemi di accumulo) e colonnine di ricarica.

L’ottimismo è dovuto alle regolamentazioni del mercato elettrico in riferimento ai sistemi di accumulo e ai SEU (Sistemi Efficienti di Utenza), e fanno ben sperare le prospettive di sviluppo dell’integrazione di inverter fotovoltaici con sistemi di accumulo stazionari, in una logica di ottimizzazione dell’autoconsumo per utenze residenziali e commerciali.

Le previsioni di ANIE Energia sono supportate anche dall’outlook positivo dei mercati finanziari, che spesso si rivelano precursori dei cambiamenti di direzione dei mercati produttivi. Sistemi di accumulo stazionari e inverter fotovoltaici integrati con sistemi di accumulo sono i comparti del settore elettrico nei quali le imprese nutrono più fiducia. L’incremento di fatturato stimato nel 2015 è tra il 20% e il 40% per gli accumulatori, mentre più di un terzo degli intervistati prevede un incremento del 10% del mercato degli inverter integrati con sistemi di accumulo.

Storage ed autoconsumo: le nuove vie proposte nel listino VP Solar

Tgcom24.it: smartflower nel giardino delle idee verdi al Fuorisalone 2014

Related Post

Related Post