Controllo sul fotovoltaico: il Ministero dello Sviluppo Economico ha dato attuazione al GSE

Il Ministero dello Sviluppo Economico (MiSE), con apposito Decreto Ministeriale del 31.01.14 ha dato attuazione all’attività di controllo e verifica del GSE sugli impianti fotovoltaici incentivati.

Obiettivo del Decreto Ministeriale è quello di potenziare la rete di controlli, definendo tra le altre cose il ruolo affidato al GSE e le forme di coordinamento con i gestori delle reti elettriche. Il ministero ha inoltre sottolineato come lo sviluppo del settore e la numerosità degli impianti incentivati abbia reso indispensabile inquadrare il tema dei controlli in una ottica di rafforzata collaborazione operativa ed istituzionale. In tal senso, assume rilievo la previsione di una banca dati che il GSE mette a disposizione delle altre autorità pubbliche competenti all’erogazione di incentivi per le fonti rinnovabili, allo scopo di consentire la più ampia circolazione delle informazioni.

I controlli potranno essere sia documentali che con sopralluogo:

  • La programmazione dei controlli documentali senza sopralluogo è effettuata su base annuale e triennale. Il GSE assicura lo svolgimento annuale di controlli su non meno del 50% delle nuove istanze di incentivo e lo svolgimento triennale di controlli su non meno del 15% delle istanze relative a impianti già incentivati e non oggetto di precedenti controlli.
  • La programmazione dei controlli con sopralluogo è effettuata su base triennale. Il GSE garantisce lo svolgimento di controlli triennali su non meno del 10% della potenza di tutti gli impianti incentivati di cui almeno la metà senza preavviso, tenendo conto dei fattori di rischio, quali la rilevanza economica degli incentivi, la data di entrata in esercizio e la potenza degli impianti in relazione all’incentivo riconosciuto.

Sistema di fissaggio Best per il fotovoltaico: resistente e rapido!

Fotovoltaico: nuovo listino per gli accessori per inverter

 

Leggi anche