Imposte verdi: solo l’1% viene destinato alla protezione ambientale

Vi siete mai chiesti dove vengono destinati i proventi delle imposte cosiddette ambientali, ovvero quelle imposte “ecologiche” sull’ energia, sui trasporti e sulle attività inquinanti che troviamo ad esempio nelle bollette dell’energia o del gas/metano, oppure applicate sul bollo o sull’assicurazione della nostra auto? Bene, uno studio della CGIA di Mestre uscito alla fine del 2013 ha finalmente fatto chiarezza.

Innanzitutto, le imposte ambientali sono applicate principalmente su 3 campi:

  • Sull’energia: sovrimposte di confine sul GPL e sugli oli minerali, imposte sugli oli minerali e derivati, sui gas incondensabili, sull’energia elettrica, sul gas metano e sui consumi di carbone.
  • Sui trasporti: pubblico registro automobilistico (PRA, imposta sulle assicurazioni Rc auto, Tasse automobilistiche a carico delle imprese e a carico delle famiglie.
  • Sulle attività inquinanti: tributo speciale discarica, tassa sulle emissioni di anidride solforosa e di ossidi di zolfo, tributo provinciale per la tutela ambientale, imposta regionale sulle emissioni sonore degli aeromobili.

Dati alla mano, relativi all’ultimo dato disponibile ovvero il 2011, tutte queste imposte comportano 43,88 miliardi di euro di gettito. Di queste, solo 448 milioni di euro, l’1 %, va a finanziare le spese per la protezione ambientale, il restante 99% viene utilizzato per coprire altre voci di spesa dello Stato.

smartflower ™: si stanno raccogliendo le candidature

Scaldacqua a pompa di calore: pubblicati i nuovi listini

Leggi anche:

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. More information

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi