Detrazioni 50%: nuova guida dell’Agenzia delle Entrate

Negli ultimi giorni si è parlato della possibilità di estendere le detrazioni fiscali del 50% e del 65% al 2017 con decrementi lineari: ne hanno parlato il Ministro dei trasporti Lupi e del viceministro dell’economia Morando, evidenziando come siano dei mezzi in grado di dare possibilità e vantaggi sia per le famiglie che per lo stato (vale circa il 2% del PIL).

Anche il Ministro dell’ambiente Galletti ha voluto sottolineare come l’ecobonus non solo vada confermato per il 2015, ma debba essere reso strutturale. In attesa di ricevere maggiori dettagli e informazioni sulle volontà governative, l’Agenzia delle Entrate ha voluto pubblicare un nuovo aggiornamento della propria guida nel mese scorso, scaricabile qui, nella quale sono presenti interessanti chiarimenti.

L’agenzia delle entrate pubblica una nuova guida alle ristrutturazioni edilizie

La detrazione per gli interventi di ristrutturazione edilizia, è stata mantenuta al 50% e prorogata fino al 31 dicembre 2014, sempre con il limite massimo di spesa di € 96.000 per unità immobiliare, scendendo al 40% per le spese sostenute nel 2015.
Dal 1° gennaio 2016, invece, come già annunciato, la detrazione tornerà alla misura ordinaria del 36%, con un limite di spesa massimo di €48.000 per unità immobiliare.

Vediamo insieme i più importanti aggiornamenti della guida:

1. Modifica della definizione di manutenzione straordinaria: con l’introduzione del decreto Sblocca-Italia, del 13 settembre 2014, viene modificato il termine nel quale le opere e le modifiche necessarie per rinnovare e sostituire parti anche strutturali degli edifici e per realizzare ed integrare servizi igienico-sanitari e tecnologici possono essere applicati. Infatti, viene modificato il limite di modifica ampliandolo dai volumi e le superfici delle singole unità immobiliari alla volumetria complessiva degli edifici. Inoltre, vengono inclusi negli interventi di manutenzione straordinaria anche quelli di frazionamento o accorpamento delle unità immobiliari, pur comportanti la variazione delle superfici delle stesse o del carico urbanistico, a patto però che non venga modificata la volumetria complessiva e sia mantenuta la destinazione d’uso originaria degli edifici. Nella guida vengono inoltre indicati alcuni esempi di interventi ammissibili.
2. Misure antisismiche in zone ad alta pericolosità: tramite la Legge di Stabilità, sono state fissate le seguenti agevolazioni per gli interventi eseguiti su costruzioni in zone sismiche ad alta pericolosità, se adibiti ad abitazione principale o ad attività produttive, e con un tetto massimo di spesa di €96.000:

  • Detrazione 65% per le spese effettuate dal 4 agosto 2013 al 31 dicembre 2014;
  • Detrazione 50% per le spese sostenute dal 1º gennaio 2015 al 31 dicembre 2015.

Oltre agli interventi di ristrutturazione, sono detraibili fino al 31 dicembre 2014, su un ammontare complessivo non superiore a €10.000, gli acquisti agevolati di mobili ed elettrodomestici in classe non inferiore alla A+ (A per i forni), e finalizzati all’arredo di immobili oggetto di ristrutturazione.

Scopri tutti i prodotti della gamma VP Solar detraibili, come elettrodomestici green, solare termico, solare termodinamico, scaldacqua a pompa di calore e condizionatori. Contattaci per un’offerta personalizzata o accedi all’area riservata per scaricare i listini personalizzati.

 

Leggi anche:

Condizionatori LG Prestige: la scelta ottimale

Leggi anche:

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. More information

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi