Bando Regione Friuli per l’efficienza energetica in scadenza l’8 settembre

La regione Friuli ha recentemente pubblicato un bando per l’assegnazione di contributi per chi installa sistemi energetici o migliora le prestazioni della propria abitazione.

Fino all’8 settembre si possono inviare le richieste per accedere al bando

Possono accedere al contributo i soggetti privati proprietari o comproprietari di immobili che risiedono nella regione Friuli Venezia Giulia che operino interventi di manutenzione straordinaria di una o più delle seguenti tipologie:

  1. Messa a norma di impianti di utilizzazione dell’energia elettrica;
  2. Realizzazione di impianti domotici finalizzati all’ottimizzazione dei consumi energetici;
  3. Installazione di impianti solari termici;
  4. Installazione di impianti solari fotovoltaici con eventuale sistema di accumulo ad energia solare o installazione di accumulatore ad energia solare nel caso di impianti esistenti;
  5. Installazione di impianti geotermici;
  6. Installazione di caldaie finalizzate al riscaldamento dell’abitazione e relativo eventuale adeguamento dell’impianto;
  7. Realizzazione dell’isolamento termico, relativamente al solaio di copertura o del sottotetto;
  8. Realizzazione dell’isolamento dell’involucro edilizio;
  9. Sostituzione di serramenti.

I contributi che la regione stanzia con il bando, sono attribuiti tramite punteggio e nella misura del 50 per cento della spesa ritenuta ammissibile, con limite complessivo dell’importo stanziabile fissato a 10.000,00 euro. Tra le spese ammissibili, oltre alla fornitura e posa in opera, anche quelle relative ad eventuali allacciamenti, IVA ed oneri di progettazione generali e di collaudo, compresa la redazione dell’Attestato di Prestazione Energetica (A.P.E.) dell’immobile, di importo complessivo non inferiore a 3.000,00 euro, sostenute dopo la presentazione della domanda.

Un bando all’insegna dell’efficienza energetica

È possibile presentare le domande di ammissione al bando fino all’8 settembre, potendo così contare sulla possibilità di rientrare subito della metà del valore investito, e quindi beneficiare di un importante contributo per l’installazione di impianti ad energia rinnovabile.

Inoltre, per quanto riguarda gli impianti fotovoltaici, è ammessa la possibilità di chiedere l’incentivo anche per i dispositivi di storage che fossero installati, con un notevole risparmio e una maggiore convenienza nell’installazione di questi sistemi.

Leggi anche:
Nuovi corsi VP Solar Academy: Termodinamico, VMC e ….

Leggi anche:

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. More information

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi